b2ap3_thumbnail_partlj.jpg  b2ap3_thumbnail_SQUARE-BROCHURE.jpg
 

Sono arrivate le bozze cartacee delle partecipazioni ed inviti di Lisa e Jacopo.

Ci piacevano già con la prova informatica e ci piacciono anche i campioni reali che sono arrivati da Romina di Partecipazioni Originali. Controllato che il colore sia proprio quello che avevamo scelto e che il testo sia corretto possiamo confermare e procedere con la stampa.

Quello delle partecipazioni è un mondo immenso e spazia da carte molto eleganti e preziose a versioni moderne e sbarazzine fino alle partecipazioni informatiche, che qualche coppia giovane e squattrinata usa per invitare gli amici a nozze.

Le partecipazioni andrebbero spedite a tutti coloro che conoscete, per informarli del vostro grande passo verso la vita coniugale. Alle partecipazioni vanno aggiunti gli inviti alle persone che intendete invitare al ricevimento.

Chi ha ricevuto una partecipazione dovrebbe presenziare alla cerimonia, mentre si presenterà al ricevimento solo chi è stato invitato.

Per rendere più semplice questa formalità alcune coppie inviano partecipazioni ed inviti direttamente via mail. E’ un’idea pratica e poco costosa. Ma considerando che il matrimonio è un evento sociale e formale a tutti gli effetti, trovo che sia più elegante rimanere nella tradizione ed inviare una comunicazione cartacea, almeno per gli inviti. Per le partecipazioni potrei sorvolare sull’invio via mail.

Il bon ton prevede solamente l’invio cartaceo per sottolineare l’importanza del momento.

In fondo non è la spesa delle partecipazioni che vi fa sballare il budget ed è decisamente più elegante, oltre a permetterci di dare una continuazione alle stampe curando con lo stesso stile anche i menù e i bigliettini dei confetti.

Lisa e Jacopo in questo caso hanno seguito la procedura ufficiale, pur avendo scelto un modello molto moderno e colorato.