b2ap3_thumbnail_clip_image004_20131204-113613_1.jpg  b2ap3_thumbnail_clip_image002.jpg
 

E’ arrivato il momento del sottofondo musicale delle nozze di Lisa e Jacopo.

Per la cerimonia in chiesa optiamo per musica classica. E’ vero che ci possono essere anche delle opzioni alternative, come i canti Gospel o musica “moderna” però è anche vero che per la cerimonia religiosa la musica classica si sposa, è proprio il caso di dirlo, molto bene.

Così presento la nostra coppia ad un paio di gruppi. Dopo aver sentito dei brani gli sposi scelgono il gruppo che li ha convinti di più e che più li ha emozionati. Non è che vogliano a tutti i costi piangere durante la cerimonia, ma se la musica ti tocca le corde più interne, sarà quella che ti ricorderai abbinata ad uno dei momenti più emozionanti della tua vita. Ne vale proprio la pena!

Trovati i musicanti della cerimonia dobbiamo ora cercare quelli per il ricevimento. La domanda da porsi è: come vorrei la mia festa?  Soft, scatenata o revival?   Una volta definito il genere musicale che più vi piace, cerchiamo un dj o un complesso musicale che potrà essere presente fin dall’aperitivo oppure arrivare dopo cena per il ballo finale. Questo in fondo è un problema di budget, perché più ore si fermano a suonare e più il costo sale.

Vi interessa un complesso famoso? Ovviamente si deve programmare con un certo anticipo perché in alta stagione questi personaggi sono molto richiesti.

I costi variano molto, ma a volte spendere qualche soldo in più salva la festa. Attenzione: se avete parenti noiosi meglio distrarli o annoiano tutti!