b2ap3_thumbnail_28-fotografo.jpg b2ap3_thumbnail_iStock_000009455341_Small.jpg
 

Un tassello dopo l’altro, settimana dopo settimana, anche il matrimonio di Lisa e Jacopo sta prendendo forma.  Questa settimana affrontiamo la scelta del fotografo.

La prima cosa che vorrei dire a tutti voi futuri sposi, anche se per molti potrà sembrare banale, è che ciò che rimane nel tempo di questa bellissima giornata sono le foto, le immagini che hanno immortalato ogni momento, solenne o ludico che sia delle vostre nozze.

Quindi scegliete un vero professionista per le foto.

E’ vero che tanti vostri amici si improvviseranno fotografi. Tutti i telefonini moderni sono anche macchine fotografiche, ma… quanti di loro sanno veramente cogliere l’attimo, prendere un’inquadratura in modo serio e fare di una foto un’emozione? Perché  rischiare di trovarsi senza una bella foto da poter dare alla nonna?

Il mio consiglio è quello di scegliere un professionista e non lasciarsi tentare dal fatto di risparmiare qualche euro con il rischio di trovarsi senza foto decenti.

Con il fotografo dovete instaurare un bel rapporto, deve piacervi prima di tutto come persona e in secondo luogo come stile. Ogni fotografo ha il proprio stile e su questa base farete la vostra scelta, dopo aver visto diverse sue foto.

Dobbiamo stiamo attenti anche ad altri fattori per evitare brutte sorprese.

a) Farsi mostrare alcuni album di matrimoni e valutare se le inquadrature e lo stile fanno al caso vostro. Stile impostato? Oppure stile giornalistico? O ancora stile artistico. Con effetti speciali o meno. Cosa vi piace di più? Solo vedendo alcuni album ve ne renderete conto.

b) Parlare un po’ con il fotografo e capire se restare con lui tutta la giornata delle nozze vi fa sentire a vostro agio oppure vi innervosisce.

c) Valutare la serietà del professionista. Qui vi possiamo aiutare noi con la conoscenza diretta oppure chiedete ad amici e parenti se hanno qualche referenza da darvi.

d) Farsi dare anche una serie di garanzie in caso di contrattempi o di doppi incarichi nella stessa data. Alcuni di loro inviano dei colleghi al posto loro. E’ importante capire se a voi va bene, se potete incontrare prima questa persona, perché non è detto che vi piaccia.

e) Farsi dare la tempistica entro la quale pensano di consegnarvi l’album. Direi che un periodo massimo di cinque-sei mesi sia più che sufficiente, ma i più bravi sapranno darvi almeno i provini nel giro di un mese e poi nel mese successivo vi consegnano l’opera finita.

Ebbene ci sono tanti aspetti da valutare per non avere sorprese o arrabbiature durante e dopo le nozze.

Lisa e Jacopo faranno due incontri, nel nostro studio,  con professionisti da noi selezionati e poi sceglieranno. Se li vediamo poco convinti per entrambi presenteremo qualcun altro. L’importante è che loro si sentano a loro agio con il loro fotografo! Tutto il resto viene da sé. Sulla professionalità Lisa e Jacopo non devono temere. Il filtro di Sorrisi e Confetti ha già fatto la cernita necessaria.

Durante l’incontro con il primo fotografo io intanto preparo il the, che tanto piace a Lisa, e li lascio chiacchierare, perché si possano conoscere. Tra un’ora arriverà il secondo fotografo e poi domani Lisa e Jacopo decideranno.